Rivista People on the Move

sviluppoumano- sviluppoumano-

Rivista People on the Move

 

La rivista dell'ex Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti (da agosto 2016 confluito nel Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale) viene pubblicata ogni sei mesi, con due supplementi, dal dicembre del 1999 al dicembre 2016.

Essa nasce in continuità con la rivista “On the Move. Migrazioni e turismo”, e ne conserva lo spirito e le finalità: “provvedere, nelle misure consentite, al bene spirituale della gente che, ad onde incalzanti, si muove sulle strade del mondo”, come si legge nell'introduzione al testo a firma del Card. Carlo Confalonieri.  

 

Breve storia:

La Costituzione Apostolica Pastor Bonus di Giovanni Paolo II, del 28 giugno 1988,[1] nel contesto del riordino generale della Curia Romana, elevava la Pontificia Commissione “de Pastorali Migratorum atque Itinerantium Cura” al rango di Pontificio Consiglio.

La Commissione era stata istituita da Paolo VI, il 19 marzo 1970, con il Motu Proprio Apostolicae Caritatis.[2] Quell’organismo ereditava, tra altri, anche i compiti dell’Ufficio Migrazione, stabilito in duplice sezione presso la Segreteria di Stato, nel 1946, e l’Ufficio del Delegato per le opere d’emigrazione, creato dalla Costituzione Apostolica Exsul Familia, del primo agosto 1952.[3] Questo, a sua volta, aveva preso il posto dell’Ufficio del Prelato per l’emigrazione italiana, costituito con una Notificazione della Concistoriale del 23 Ottobre 1920,[4] sotto il pontificato di Benedetto XV. Prima ancora, San Pio X aveva creato presso la Concistoriale l’Ufficio Speciale per l’Emigrazione con il Motu Proprio Cum Omnes Catholicos, del 5 Agosto 1912.[5]

Ma l’intuizione di istituire un organismo unitario e centrale per l’assistenza ai migranti di ogni nazionalità risale al Beato Vescovo Giovanni Battista Scalabrini. Egli ne espose il progetto a San Pio X in una lettera del 22 luglio 1904 e, più dettagliatamente, in un memoriale del 4 maggio 1905.[6]

Nell’arco di questa appassionante storia, la Rivista “On the Move. Migrazioni e turismo” uscì con il suo primo numero nel mese di settembre 1971 e mantenne tale titolo fino al numero 47.

Con il numero 48, edito nel mese di luglio 1987, cambiò formato e veste tipografica e assunse il titolo che ancora porta attualmente, “People on the Move”, così il desiderio di continuare a “provvedere, nelle misure consentite, al bene spirituale della gente che, ad onde incalzanti, si muove sulle strade del mondo”.[7]

 

La Rivista raccoglie tra l'altro gli Atti, i discorsi e i comunicati prodotti nel corso delle Sessioni Plenarie del Pontificio Consiglio per la Pastorale dei Migranti e gli Itineranti. Sono pubblicati anche i documenti e gli Atti prodotti in occasioni di Seminari e Incontri internazionali dedicati alla pastorale dei ragazzi di strada e alla pastorale per la liberazione delle donne di strada. Nella Rivista si trovano anche gli Atti dei Congressi Europei sui Santuari e Pellegrinaggi e degli incontri internazionali in vari paesi sulla pastorale del turismo e dei pellegrinaggi.

 

Qui la rivista fino all'edizione del dicembre 2010. 

 

A seguire: 

2011: N° 114, Supp. N°114, N° 115, Supp. N°115

2012: N° 116, Supp. N°116, N°117, Supp. N°117

2013: N° 118, Supp. N°118, N° 119, Supp. N°119

2014: N° 120, Supp. N° 120, N° 121, Supp. N°121

2015: N° 122, Supp. N° 122,123, Supp. N°123

2016: N° 124, Supp. N°124, N°125, Supp. N°125

 

Rimandi utili

 

Indici dal N. 51 al N. 99 Suppl.

Indice per argomento  

Indice geografico

Indice per Autori

 

Sommario dei volumi dal N. 51 al N. 99 Suppl:

N. 51-N. 72 ,

N. 73-N. 92 ,

N. 93-N. 99 Suppl.

 

__________________________

[1] AAS LXXX (1988) 841-930.

[2] AAS LXII (1970) 193-197.

[3] AAS XLIV (1952) 649-704.

[4] Notificazione Esistono in Italia, in AAS XII (1920) 534-535.

[5] AAS IV (1912) 526-527.

[6] Archivio Generale Scalabriniano 3020/1.

[7] C. Confalonieri, “Introduzione”, On the Move 1 (1971) 2.