Giovanni Paolo II per il Sahel

fondazione-giovannipaoloII.jpg

 

Fondazione Giovanni Paolo II per il Sahel 

 

La Fondazione Giovanni Paolo II per il Sahel è stata fondata da Papa Giovanni Paolo II nel 1984, dopo la sua prima visita in Africa, dove vide personalmente la grande tragedia dei popoli provati dalla siccità e dalla desertificazione. Ha sede presso il segretariato operativo di Ouagadougou, Burkina Faso.

Con la collaborazione della Conferenza episcopale italiana, della Chiesa e della comunità locale, la Fondazione è impegnata a dare testimonianza della vicinanza del Papa alle persone che vivono nelle zone più povere del pianeta, realizzando progetti contro la desertificazione, nel settore ambientale, dello sviluppo agricolo e degli impianti di pompaggio dell’acqua e delle energie rinnovabili. Si occupa inoltre di formare personale tecnico specializzato, che possa mettersi al servizio del proprio paese. Negli anni la Fondazione è diventata, infine, uno strumento di dialogo interreligioso: la maggioranza dei beneficiari, infatti, appartiene alla religione musulmana.

Della Fondazione fanno parte 9 paesi della regione del Sahel: Burkina Faso, Capo Verde, Gambia, Guinea Bissau, Mali, Mauritania, Niger, Senegal, Ciad.

 

Vai al sito della Fondazione

Leggi il Chirografo Pontificio di istituzione della Fondazione Giovanni Paolo II per il Sahel. 

Messaggio del Santo Padre Benedetto XVI per il 25° Anniversario di istituzione della Fondazione. 

 

 

Riunione del CDA della Fondazione Giovanni Paolo II per il Sahel

siège Fondation jean Paul2 ouaga.JPG
Si è tenuta a Dakar, Senegal, dal 19 al 23 febbraio scorso, l'annuale ...

Dakar: il cda 2019 della Fondazione per il Sahel valuta i nuovi progetti

IMG_20190219_103003.jpg
Dal 18 al 22 febbraio si è svolta a Dakar, in Senegal, l’annuale riunione del ...