“Prepare the Future: Unblocking Global Finance for Post-COVID-19 Recovery in Sub-Saharan Africa”

“Prepare the Future: Unblocking Global Finance for Post-COVID-19 Recovery in Sub-Saharan Africa”


È l’evento promosso dalla Commissione Vaticana COVID-19 con il Jesuit Justice and Ecology Network Africa (JENA) per un sistema finanziario più giusto

“Prepare the Future: Unblocking Global Finance for Post-COVID-19 Recovery in Sub-Saharan Africa”

Cosa può fare la comunità internazionale per preparare un ordine finanziario più giusto, che possa sbloccare il flusso di finanziamenti verso l'Africa subsahariana e altri Paesi poveri, determinante per favorire la ripresa post-COVID?

È per rispondere a questo interrogativo che la Commissione Vaticana COVID-19 del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e il Jesuit Justice and Ecology Network Africa (JENA) promuovono oggi un seminario sul tema “Prepare the Future”: Unblocking Global Finance for Post-COVID-19 Recovery in Sub-Saharan Africa”.

Per superare la grave crisi economica, politica, sociale e ambientale che soffoca i Paesi poveri dell’Africa subsahariana, acuita dalla pandemia da COVID-19, che ha messo a nudo le disuguaglianze e le ingiustizie che colpiscono soprattutto i più vulnerabili, i Paesi poveri hanno bisogno di fondi. Senza la possibilità di accedere a finanziamenti sostenibili, ovvero con tassi di interesse bassi, sarà difficile per loro superare il “mix tossico” di debito, povertà, fame e cambiamento climatico.

Secondo una logica ingiusta e insostenibile, che fa perno sulle stime elaborate dalle agenzie internazionali di rating che valutano il livello di affidabilità dei Paesi circa la capacità di ristoro del debito, le economie dei Paesi poveri non offrono sufficienti garanzie agli investitori internazionali, né a breve né a medio termine. Di conseguenza, il flusso di capitali verso questi Paesi resta basso.  Non aiuta l’esistenza di flussi di finanziamenti illeciti, che sottraggono fondi altrimenti destinati a investimenti in settori come la salute, la scuola, il lavoro, le infrastrutture, l’energia, il digitale.

Ecco allora che serve ripensare il sistema finanziario globale per consentire ai Paesi dell’Africa subsahariana e a tutti i Paesi poveri di avviare e sostenere un processo di rinascita e sviluppo.

Suggerimenti verso il raggiungimento di questi obiettivi saranno offerti nel dibattito odierno, nel quale interverranno Jeffrey Sachs, della Columbia University; James Gathii, della Loyola University di Chicago (LUC); Horman Chitonge dell'Università di Città del Capo (UCT); Marta Pedrajas per la Commissione Vaticana COVID - 19. Modera Fr. Charlie Chilufya, Jena Director.

 

Per seguire l’evento, che si terrà dalle 16.00 alle 17.00 (CET), è sufficiente registrarsi a questo link:

https://us06web.zoom.us/webinar/register/WN_VjnYWjuaRk-qPZ1MHTf94g?_x_zm_rtaid=D2fssw_MRr22afjgmYHEwg.1644227878932.5350765ee247b84c1f88b07acfdadddf&_x_zm_rhtaid=264

RISORSE

07 febbraio 2022