Caritas Internationalis. Il Papa nomina un Commissario straordinario

Caritas Internationalis. Il Santo Padre nomina un commissario straordinario

Il provvedimento mira a migliorare l'espletamento della missione dell'Ente

Papa Francesco ha nominato un commissario straordinario per Caritas Internationalis, allo scopo di rivedere l'attuale assetto normativo per «renderlo più adeguato alle funzioni statutarie dell'ente» e, al tempo stesso, di «preparare quest'ultimo alle elezioni da svolgersi durante la prossima assemblea generale». 

La nomina ha effetto da martedì 22 novembre.

Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa relativo. 

 

 

Comunicato Stampa

 

Il Santo Padre Francesco nomina un Commissario straordinario per rilanciare il servizio di Caritas Internationalis

 

A seguito della valutazione del suo operato da parte di una commissione indipendente, la direzione di Caritas Internationalis (CI) è stata sottoposta ad un commissariamento temporaneo con l’obiettivo di migliorarne le norme e le procedure di gestione - sebbene la gestione finanziaria sia corretta e gli obbiettivi di raccolta fondi siano stati raggiunti - e così facendo servire meglio le organizzazioni membro della confederazione presenti in tutto il mondo.

Papa Francesco ha nominato oggi il Sig. Pier Francesco Pinelli come Commissario straordinario di CI con effetto dal 22 novembre 2022. Il Sig. Pinelli è un noto professionista e consulente organizzativo. Sarà affiancato dalla Sig.ra Maria Amparo Alonso Escobar, attuale responsabile dell'advocacy di CI, e da P. Manuel Morujão S.J. per l’accompagnamento personale e spirituale dello staff. Durante il periodo di commissariamento cessano tutte le attuali nomine direttive in seno a CI. La nomina di un Commissario straordinario per CI non avrà impatto sul funzionamento delle organizzazioni membro e il servizio della solidarietà globale da loro promosso, anzi servirà a rafforzarlo.

Il Sig. Pinelli e la Sig.ra Alonso accompagneranno CI per assicurare stabilità e una leadership empatica. Lavoreranno per finalizzare il processo di nomina dei candidati e le procedure di elezione come previsto negli Statuti dell'organizzazione. La prossima Assemblea Generale delle Organizzazioni Membro di CI provvederà all’elezione del Presidente, del Segretario Generale e del Tesoriere. Avrà luogo regolarmente in Maggio 2023 e si terrà in presenza. Per la preparazione dell’Assemblea Generale, il Commissario straordinario sarà affiancato dal Card. Luis Antonio G. Tagle che si occuperà particolarmente di curare i rapporti con le Chiese locali e con le Organizzazioni Membro di Caritas Internationalis.

Secondo la nuova costituzione apostolica della Curia Romana, Praedicate Evangelium, il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale (DSSUI) “esercita le competenze riservate dal diritto alla Santa Sede nell’erezione e la vigilanza di associazioni internazionali di carità e dei Fondi istituiti agli stessi fini, secondo quanto stabilito nei rispettivi Statuti e nel rispetto della normativa vigente” (Art 174 § 3). DSSUI è “competente nei confronti di Caritas Internationalis (...), secondo i [suoi] statuti” (Art 174 § 2).

Nel corso dell’anno, il DSSUI ha commissionato una verifica dell’organizzazione e del benessere lavorativo del Segretariato Generale di CI e l'allineamento con i valori cattolici della dignità umana e del rispetto per ogni persona. La verifica è stata effettuata da una commissione di esperti indipendenti; oltre al Sig, Pinelli, hanno fatto parte della commissione Don Enrico Parolari e la Dottoressa Francesca Busnelli, entrambi psicologi.

È stato invitato a partecipare alla verifica il personale di CI, ma anche ex dipendenti e collaboratori. Dal lavoro svolto non sono emerse evidenze rispetto a cattiva gestione finanziaria o comportamenti inappropriati di natura sessuale, ma al tempo stesso sono state evidenziate tematiche e aree che richiedono attenzione urgente. Sono state rilevate carenze relative alle procedure di gestione con effetti negativi anche sullo spirito di squadra e sul morale del personale.

“Negli anni più recenti abbiamo visto aumentare notevolmente i bisogni delle molte persone che Caritas assiste, ed è indispensabile che Caritas Internationalis sia ben preparata ad affrontare queste sfide”, ha detto il cardinale Michael Czerny S.J., prefetto del DSSUI. “Papa Francesco ci invita a considerare ‘la missione che la Caritas è chiamata a svolgere nella Chiesa... La carità non è una sterile prestazione oppure un semplice obolo da devolvere per mettere a tacere la nostra coscienza. Quello che non dobbiamo mai dimenticare è che la carità ha la sua origine e la sua essenza in Dio stesso (cfr Gv 4,8); la carità è l’abbraccio di Dio nostro Padre ad ogni uomo, in modo particolare agli ultimi e ai sofferenti, i quali occupano nel suo cuore un posto preferenziale’ (27 maggio 2019). Le sue parole ispirano tutte le persone coinvolte a garantire che CI si dimostri all'altezza della sua missione”.

Avendo preso conoscenza dei risultati della verifica e motivato a contribuire a portare CI ad uno standard all’altezza della sua missione, il DSSUI continuerà ad esercitare la sua "competenza" a favore di Caritas Internationalis, incoraggiando la risoluzione delle questioni evidenziate nella verifica effettuata dalla commissione. Data l'importanza della missione di CI e l'urgenza di migliorarne la gestione, si confida nelle preghiere e si auspica il sostegno di tutti.

Caritas Internationalis è una confederazione di 162 organizzazioni cattoliche di soccorso, sviluppo e servizi sociali che operano in più di 200 paesi e territori in tutto il mondo. La missione delle organizzazioni membro è quella di lavorare per costruire un mondo migliore, specialmente per i poveri e gli oppressi.

Caritas Internationalis, è una confederazione delle organizzazioni Caritas nazionali ed ha la sua sede legale nello Stato della Città del Vaticano. Il DSSUI è competente nei confronti di Caritas Internationalis. 

 

21 novembre 2022